La Qualità dei nostri Prodotti

IL GRASSELLO DI CALCE:

Il primo utilizzo del "grassello di calce" stagionato, come legante per la preparazione di stucchi e pitture e' da attribuire ai Greci. 

Da questi fu trasmesso ai romani, i quali ne diffusero l'uso sistematico nell'arte del costruire.  L'apporto fondamentale alla cultura dell'edificare nella produzione di superfici murali, con strati di intonaco a base di grassello di calce stagionato, fu dato da Marco Pollio Vitruvio come citato nel "De Architectura" e da Plinio Gaio Secondo detto "il Vecchio" autore della celebre "Storia Naturale". Nel Settecento vengono introdotte significative novità nella tecnologia di produzione del "grassello" di calce stagionato, a seguito del delinearsi di una nuova immagine della Scienza e di una netta rottura con gli schemi del passato. Tale salutare risveglio del pensiero non mancò di produrre grandi rilevanze sia in campo produttivo che applicativo del "grassello" di calce stagionato, per la realizzazione di intonaci e rivestimenti di finitura protettivi. Quindi, possiamo oggi tranquillamente affermare che la scoperta e l'impiego del "grassello" di calce, risulta essere il primo in ordine di tempo fra i leganti propriamente detti e appartiene sicuramente al patrimonio culturale piu' antico dell'Umanita'. Tale affermazione trova puntuale riscontro nella ricostruzione dello sviluppo ed evoluzione dei materiali leganti e nella sequenza dei periodi storici che li hanno caratterizzati.   Il nostro ciclo produttivo Il "grassello" di calce utilizzato per la nostra produzione e' ottenuto dalla cottura di calcare calcico in forni continui alimentati a legna. Il calcare da noi impiegato proviene da una roccia sedimentaria di carbonato di calcio, di colore bianco omogeneo, senza venature terrose o patine di alterazione, a struttura microcristallina, esente il piu' possibile da carbonato di magnesio e da minerali delle argille, in quanto una concentrazione elevata di queste impurita', determinerebbe un legante aereo di qualita' non idoneo per la produzione di rivestimenti di finitura murali. Il processo di trasformazione del carbonato di calcio  (CACO3) in ossido di calcio ha una dinamica semplice: il carbonato di calcio, per effetto della elevata temperatura tra gli 800 e 900°C perde anidride carbonica formando Ossido di Calcio denominato "calce viva". La "calce viva" per trasformarsi in "grassello" di calce e per poter esplicare un'azione legante, viene sottoposta ad un ciclo produttivo di spegnimento con acqua pulita. Al fine di ottenere un legante aereo con elevate caratteristiche di qualita' prestazionali, il "grassello" di calce viene lasciato stagionare per un periodo di 24 a 36 mesi. Solo dopo questo ciclo di stagionatura, il "grassello" di calce cosi' ottenuto, viene utilizzato per la produzione dei nostri prodotti.

 

La Cimmino Calce Srl si distingue per il suo atteggiamento naturalmente corretto nei confronti dell'ecosistema uomo-ambiente.
Fa suoi i temi dell'abitare sano, della riqualificazione del territorio e della conversione ecologica del settore delle costruzioni.

Un nuovo modo di costruire, diretto al miglioramento della qualità della vita attuale e futura attraverso il raggiungimento di un benessere mentale e fisico.
Si persegue il benessere quando in una progettazione si utilizzano materiali naturali ad alta traspirabilità, idrorepellenti antimuffa ignifughi.
 
Sindrome edificio malato
Vivere in ambienti malsani non è assolutamente un toccasana per la nostra salute. Le case in cui viviamo e gli ambienti nei quali lavoriamo...
possono provocare la cosiddetta  "sindrome da edificio malato" la "sick building syndrome".
Questa sindrome ha cause multifattorialie non è accompagnata da lesioni organiche o manifestazioni fisiche.
Tra i sintomi: emicranie, stanchezza, sonnolenza, problemi respiratori, secchezza ed irritazione alla gola, arrossamenti oculari. Il ricambio di aria unito alla qualità dei materiali di costruzione delle strutture di confine ( materiali traspiranti, porosi, permeabili all'aria) è un modo intelligente di prevenire la comparsa di tali sintomi.
Le cause principali dell'inquinamento domestico sono ricondotte dall'emanazione di tossine, respirate dal nostro organismo. Tali tossine provengono dai materiali utilizzati nella costruzione.
Il progresso tecnologico ha ottimizzato i tempi di costruzione ma è solo da poco tempo che ci si è interessati alla possibilità che i materiali utilizzati potessero essere dannosi alla nostra salute.

Ci sono delle vernici che nel tempo rilasciano delle molecole che respiriamo e che concorrono a creare dei disturbi fisici. Creare salubrità degli spazi in cui viviamo significa utilizzare prodotti ecologici, traspiranti che evitano il formarsi di condense con la conseguente formazione di muffe e batteri dannosi per la nostra salute.
La Cimminocalce  S.r.l. abbraccia il nuovo modo di fare edilizia. Dal 1826 si tramanda con grande maestria l'antica arte della lavorazione del grassello di calce, utilizzando prodotti e materiali naturali per rispondere alle più qualificate esigenze in questo settore.
 
Qualità funzionali dei prodotti
Per il Risanamento, Restauro e Recupero dei Beni Architettonici, Artistici e Archeologici, nel rispetto della natura per la  BioArchitettura Moderna
Qualità funzionali dei prodotti
Requisiti d'idoneita' prestazionali
Naturali: Sono la migliore soluzione ecologica. Non producono ne' immettono nell'ambiente sostanze tossiche, nocive o odori sgradevoli.
Antimuffa: L'alcalinita' della calce, non consente la formazione di microrganismi viventi animali e vegetali, con presenza di muffe sulle pareti, dannose alla salute.
Traspiranti e idrorepellenti: Hanno elevata permeabilita' ed idrorepellenza, grazie alla loro traspirabilita' risolvono definitivamente il degrado legato all'umidita', presente nelle murature esterne ed interne, di edifici sia architettonici che urbani.
Ignifughi: Non sono infiammabili ne' incombustibili, perche' sono prodotti composti da minerali naturali.
Durabilità: Dopo la messa in opera, con il trascorrere del tempo, migliorano le loro qualita' funzionali di rivestimenti protettivi.
Stabilità: Non si disgregano e non subiscono mutamenti di funzionalita' per dilatazioni termiche, dovute a raggi UV e per percolamenti di acqua.
Colori: I nostri rivestimenti di colore pastello, colorati con terre naturali e ossidi, conferiscono l'aspetto piu' idoneo all'immagine Architettonica, riproponendo esteticamente le finiture caratteristiche dei Centri Storici